Settimana Santa

Perdurando le misure restrittive in atto, che riguardano gli assembramenti e i movimenti delle persone, ci apprestiamo a celebrare la Settimana Santa in una modalità tutta particolare. La S. Sede e la CEI hanno disposto che, non potendo spostare la data della Pasqua, i Vescovi e i Presbiteri celebrino comunque i riti che la precedono in luoghi idonei, senza concorso di popolo e dovranno svolgersi nelle chiese, a porte chiuse, con il minimo di presenze necessarie ad una degna celebrazione.

Allego qui di seguito le indicazioni per la Settimana Santa e l’orario delle celebrazioni delle Palme e del Triduo Pasquale presiedute dall’Arcivescovo Matteo, cui siamo

caldamente invitati a partecipare collegandoci alle trasmissioni effettuate attraverso la televisione (ÈTv-Rete7 sul canale 10 o TRC Bologna sul canale 15) o gli altri mezzi di comunicazione (Radio Nettuno, 12porte su Youtube).

GUIDA "CELEBRARE IL TRIDUO PASQUALE DALLAE PROPRIE CASE" (clicca qui)

LA SETTIMANA SANTA

Vigilia delle Palme.

La Settimana Santa è introdotta a Bologna dalla celebrazione cittadina con i giovani, il sabato sera.
Quest’anno l’Arcivescovo, alle ore 21.00, guiderà una Veglia di preghiera, riflessione e di testimonianzevideo di giovani, che sarà trasmessa dalla Basilica di S. Stefano.

Domenica delle Palme.

Alle ore 10.30 verrà trasmessa la Celebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo che inizia con la benedizione dei rami di ulivo e la processione introitale alla Messa. I fedeli, dalle loro case, si potranno unire alla celebrazione diocesana, tenendo in mano anch’essi rami di ulivo o di altre piante, che saranno in questo modo benedetti.

Giovedì Santo. Messa in Coena Domini.

Alle ore 17.30 verrà trasmessa la Messa nella Cena del Signore presieduta dall’Arcivescovo, in Cattedrale.
Nelle parrocchie non vengono allestiti altari per la reposizione, né si incoraggiano le visite consuete e le veglie di adorazione.

Venerdì Santo.

È giorno di digiuno e di astinenza dalla carne.

  • Alle ore 9.00 il Card. Arcivescovo guida, dalla Cattedrale, la celebrazione dell’Ufficio delle letture e delle Lodi.
  • Alle ore 15.00 si terrà la Via Crucis presieduta dall’Arcivescovo.
  • Alle ore 17.30 il Card. Arcivescovo presiede, in Cattedrale, la solenne Celebrazione della Passione del Signore. Chi non partecipa alla celebrazione della Passione, celebri il Vespro, come stabilito nelle Liturgia delle ore.


Sabato Santo.

Quest’anno non è possibile compiere la benedizione delle uova e dei cibi pasquali.

  • Alle ore 9.00 il Card. Arcivescovo guida, dalla Cattedrale, la celebrazione dell’Ufficio delle letture e delle Lodi.
  • Alle ore 21.00, in Cattedrale, il Card. Arcivescovo presiede la Messa della Risurrezione nella veglia Pasquale. Chi non partecipa alla Veglia Pasquale, celebri l’Ufficio delle Letture come stabilito nella Liturgia delle ore.


Domenica di Pasqua.

Alle 10.30 l’Arcivescovo presiede la Santa Messa, dalla Cattedrale.


A tutti si raccomanda di avere maggior cura, in questi giorni, dei momenti di preghiera personale e familiare, predisponendoli per tempo: a questo scopo saranno predisposti sussidi specifici a cura dell’Ufficio liturgico diocesano consultandoli sul sito della diocesi (Chiesa di Bologna/).

Si ricorda a tutti che, nell’impossibilità di accostarsi al confessore, anche il solo proposito di ricevere appena possibile l’assoluzione sacramentale, accompagnato da una preghiera di pentimento (il Confesso a Dio onnipotente, l’Atto di dolore, l’invocazione Agnello di Dio che togli i peccati del mondo abbi pietà di me) ottiene il perdono dei peccati commessi, anche gravi, e la riconciliazione con Dio. Abbiamo ricevuto, inoltre, il grandissimo dono speciale dell’indulgenza plenaria seguendo, con vera contrizione e proponendoci penitenza, la cerimonia trasmessa in TV venerdì scorso celebrata dal Santo Padre.

Notizie dalla Casa della Carità

Notizie dal Vaticano