Speciale Ordinazione Presbiterale di don Jorge

Icona

 Sabato  21 settembre 2013 ore 17.00 - Cattedrale di San Pietro - Bologna

 

 

Foto Jorge

Editoriale di don Jorge
 
FINALMENTE CE L’HAI FATTA!!!!
 

Non vi racconterò più della storia della mia vita o della mia vocazione al sacerdozio; anche perché qualcuno potrebbe dirmi: “A n in p ôs pió ed tótti st äl stôri dla vucaziån!" (per i non bolognesi: Non ce la faccio più con queste storie di vocazione). Vi vorrei invece raccontare qualcosa degli auguri e dei complementi che mi fanno, sia i miei amici sia la gente che conosco.

Succede che da quando ho annunciato ai miei amici che la Madre Chiesa ha accolto la mia domanda per diventare Sacerdote, e quindi ha deciso che devo diventare Sacerdote quest’anno, dopo un anno di diaconato; in gran parte, se non tutti, questi miei amici, mi si rivolgono con queste parole: “finalmente ce l’hai fatta!”, come a dire: “Dopo aver sopportato, lottato con i superiori, con la Chiesa, finalmente, hai vinto”!
Quando mi fanno questi complementi, mi verrebbe voglia di rispondere loro all’istante, ma, non trovo mai le parole giuste. Ed ecco che quando mi han chiesto di scrivere qualcosa sulla mia Ordinazione sacerdotale, ho pensato di rispondere agli amici usando le parole del Vangelo, che tante volte avrete già sentite: “Non voi avete scelto me, no, io ho scelto voi…” ( Gv. 15,16). In realtà, il vero vincitore è stato Lui, cioè Gesù, con la sua Sposa “la Chiesa di Dio”. Un Dio che mi ha chiamato fin dal grembo materno, ha menzionato il mio nome fin dalle viscere di mia madre (Is.49, 1). E' Lui che ha combattuto e continua tuttora a combattere per scegliere me, farmi suo strumento per mandarmi in mezzo alla sua gente. Quanto amore ha avuto per me Gesù!! E quanto difficile corrispondere a questo suo grande amore!
Non mi rimane che pregare con il Sal 116: “Che cosa renderò al Signore per quanto mi ha dato? Alzerò il calice della salvezza e invocherò il nome del Signore…
Cari amici, sono convinto che non mi fare mancare le vostre preghiere affinché questo Buon Gesù, che mi ha scelto, non mi abbandoni in questo grande compito.
A questo punto posso dire, grazie a Gesù, per il Suo grandissimo amore e, grazie a tutti voi per il vostro sostegno. Che Dio vi benedica.
Jorge.

 

Editoriale di don Marco Settembrini

 
L’ordinazione presbiterale di don Jorge deve rallegrarci, rallegrarci nel senso più profondo della parola. Nella Sacra Scrittura ci si rallegra per un dono, per qualche cosa di lungamente sperato e poi ricevuto come un regalo del Cielo, assolutamente gratuito. Ci si rallegra quando giunge il tempo del raccolto, quando arriva il giorno delle nozze, quando nasce un bambino. Dinanzi all’ordinazione di Jorge ci sentiamo un po’ così: finalmente possiamo vedere il frutto di tanti anni di formazione, di preghiera, di preoccupazioni e di slanci sinceri. Finalmente la comunità cristiana vede un nuovo volto di Gesù, Maestro e Sposo, e al tempo stesso un figlio che, ormai adulto nella fede, possa guidarla, amarla, servirla.
 
Il ministero di don Jorge lo accogliamo in questi mesi in cui Papa Francesco in mille modi ci sta parlando del prete che è donato da Dio per prendersi cura delle sue pecore, in povertà e semplicità, senza ipocrisie o tratti aristocratici. Speriamo che don Jorge sia un uomo deciso - ancora con le parole del Papa - a confessare, a camminare, a costruire. Confessare la salvezza in Gesù, figlio di Dio, inoltrarsi con fiducia nei sentieri dello Spirito che sempre prepara cose nuove per la sua Chiesa, costruire senza tanti ripiegamenti su se stessi o critiche sterili.
 
Interpretando i desideri di don Jorge, preghiamo perché possa godere della Parola del Vangelo, e quindi essere contento di testimoniarla e predicarla nei modi più diversi, coi bambini, con gli immigrati, con i fedeli della parocchia in cui svolgerà il suo ministero. Preghiamo perché sappia ascoltare, interpretare i disegni di Dio nella vita delle persone con cui vivrà, abbia la luce per un retto discernimento dei cuori e così possa incoraggiare e consolare nel modo più efficace. Preghiamo perché, negli incontri e nelle varie collaborazioni in cui dovrà impegnarsi, abbia la pazienza di crescere giorno dopo giorno e di aiutare a crescere nella stima reciproca, nel perdono, nella mitezza.
 
Preghiamo così perché possa edificare la comunità cristiana, nella fede e nella gioia, nutrendola dell’Eucaristia. La celebrazione della Messa possa da lui essere trovata come sorgente di vita abbondante, tempo di perdono, occasione di comunione vera con il Padre e con i fratelli, con le sorelle, in Cristo.
 
 Don Marco Settembrini

 ____________________________________________________________________________________________________________________

DOMENICA 22 SETTEMBRE GRANDE FESTA PER LA PRIMA SS. MESSA DI DON JORGE PRESSO LA NOSTRA PARROCCHIA!!!

 

Ore 10.30 prima Santa Messa

a seguire pranzo e festa insieme in Oratorio

 
N. B. PRANZO COMUNITARIO PER PRIMA MESSA DI DON JORGE
OFFERTA LIBERA
DOLCE CONDIVISO CON QUANTO OGNUNO PORTERA'
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO DOMENICA 15 SETTEMBRE
 
Potrete confermare la prenotazione scrivendo una e-mail
al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure
prenotarvi direttamente al banchetto che troverete fuori dalla Chiesa al
termine della Messa delle 9,00 e delle 11,15 di Domenica 8 Settembre.

 

 

Appuntamenti

26 Ott 2019
05:00PM - 06:30PM
Cresime
27 Ott 2019
03:00PM - 07:00PM
Festa del Ciao
01 Nov 2019
Solennità di Tutti i Santi
01 Nov 2019
11:15AM - 12:15PM
Battesimi
02 Nov 2019
Commemorazione di tutti i fedeli defunti

XXVI Sagra B.V. delle Grazie - Appuntamenti

Nessun evento

Notizie dalla Casa della Carità

Notizie dal Vaticano

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.